IN CAMMINO SULLA VIA FRANCIGENA: MONTEFIASCONE

Ma tu, cammina, cammina

Accumula strade lasciando che tutto si muova

E tu, respira, respira

Non chiudere gli occhi se il buio della notte ti trova”

Montefiascone_veduta_Lago_di_Bolsena_e_isole

Cammina e tutto viene da sé. Lo dicono tutti, spesso lo sento dire. Ed è così veramente.

Camminando tutto si rimette in moto: le energie che stanno intorno a noi, i pensieri, il mondo nostro quotidiano, quello che ci avvolge tutti i giorni. E tutto si rinnova. E spesso tutto cambia e prende forma quello che noi pensiamo e desideriamo. 

Non a caso, da sempre, “il cammino” ha un potere di rigenerazione, di rinascita, di purificazione spirituale.

Ed è così che rifletto camminando lungo il piccolo tratto della via Francigena, quello che attraversa il borgo di Montefiascone. Da sempre desidero fare il cammino di Santiago… certo questo non ha nulla a che vedere.

Però l’atmosfera è quella: si cammina nel silenzio, si sale, ci si ferma un po’ tra una chiesa medievale (e antichissima) e l’altra, davanti ad un vecchio portone, ammiri e resti incantato davanti ad un affresco del XIII secolo.

E poi guardi nel blu del cielo, nel blu del lago di Bolsena, nel blu che tutto avvolge sul fare della sera, durante il crepuscolo, quando tutto diventa ancora più magico…

MONTEFIASCONE: LA VIA FRANCIGENA

Montefiascone è sull’antica Via Francigena, quell’antica strada da sempre attraversata da viaggiatori e pellegrini che da Canterbury andavano a Roma per visitare la tomba di Pietro, nel Medioevo una delle tre peregrinationes maiores insieme alla Terra Santa e a Santiago di Compostela (la via Francigena).

 

Montefiascone_Via_Francigena

La città di Montefiascone è esattamente sul lago di Bolsena e da questa spettacolare posizione c’è un paesaggio eccezionale: il lago con le sue bellissime isole Martana e Bisentina da un lato, mentre sull’altro lato, durante giornate più terse, addirittura il mare di Tarquinia.

Montefiascone_Cattedrale_Santa_Margherita_cupola

MONTEFIASCONE: la CHIESA DI SANT’ANDREA

Camminando cammini nel medioevo, in quell’architettura così semplice e essenziale nelle sue linee, ma che è però di grande impatto emotivo e spirituale.

Una di queste è la chiesa di Sant’Andrea.

La chiesa di San’Andrea è tra le più antiche di Montefiascone e si raggiunge dalla Piazza con la fontana e la veduta della cupola che ha dato il nome al paese: Monte-Fiascone (= il monte del grande fiasco, perché è visibile da lontanissimo, per tutta la vasta zona della Tuscia di Viterbo).

Oltrepassato l’arco si arriva alla chiesa, una chiesa antichissima, che nasce sulla scia dei pellegrini che qui attraversavano questo territorio.

Montefiascone_fontana_e_orologio

La chiesa di Sant’Andrea viene menzionata già nell’anno 853 come ecclesiam S. Andreae in Campo.

Questa chiesa medievale si trova esattamente a ridosso della pri­mitiva cerchia di mura, e in origine aveva la tipica conformazione a tre spioventi, cioè con la copertura delle piccole navate laterali più bassa rispetto a quella della navata centrale (la chiesa di Sant’Andrea-virtual tour).

Montefiascone_Chiesa_di_Sant_Andrea_interno

In origine quindi probabilmente aveva la tipica conformazione a tre spioventi con la copertura delle piccole navate laterali più bassa rispetto a quella della navata centrale, ma successivamente le navate laterali vennero inglobate negli edifici circostanti e oggi rimane libera solo la parte centrale della facciata: quella dove si trova il portale rielaborato in stile gotico, e il rosone.

La parete opposta absidata è invece visibile da Piazza Vittorio Emanuele.

All’interno colonne e soprattutto capitelli scolpiti con immagini molto belle e ricche di significato simbolico: animali fantastici, serpenti, enigmatici volti umani di periodo preromanico.

 

SALENDO

Montefiascone è tutto in salita, questa è la sua caratteristica.

Ed è così che salendo, un piede dopo l’altro, respiri l’aria

“accumuli strade e lasci che tutto si muova”.

Montefiascone_Via_Francigena_salendo

MONTEFIASCONE: la CHIESA di SANTA MARIA DELLA NEVE

E così salendo e camminando, seguendo la via che si arrampica sul colle, arrivi alla chiesa di Santa Maria della Neve.

La Chiesa di Santa Maria della Neve è dentro il giardino della Rocca dei Papi, e sembra risalire alla fine del XII secolo quando Innocenzo III, entrato trionfalmente a Montefiascone, volle costruire una chiesa dedicata alla Madonna nei pressi del castello.

La parte più antica della chiesa è la parete sinistra dove sono presenti affreschi caratterizzati da elementi artistici precedenti alla rivoluzione giottesca e riferibili, quindi, alla seconda metà del XIII secolo.

In questi affreschi sono rappresentati: la Madonna con il Bambino, il patrono di Montefiascone San Flaviano, Sant’Antonio Abate, San Francesco e Sant’Agostino, mentre ai piedi della Madonna è dipinto, in piccole dimensioni, il committente dell’affresco, in posa orante, caratterizzato dai tratti del volto più attinenti al ritratto di una persona reale anziché ai lineamenti più generici e neutri dei santi raffigurati (la chiesa di Santa Maria della Neve).

IL TIMBRO DEL PELLEGRINO

All’interno di questa piccola chiesa si trova anche il timbro del pellegrino della via Francigena.

Un piccolo segno per scandire il cammino verso Roma, verso l’apostolo Pietro.

Montefiascone_Via_Francigena_timbro_del_pellegrino

 

IL GIARDINO e LA VISTA DEL LAGO DI BOLSENA

La chiesa di Santa Maria della Neve è avvolta da un giardino.

Montefiascone_giardino_veduta_cupola

Un giardino che è una terrazza sul Lago di Bolsena.

Sicuramente il posto più incredibile di questo territorio, perché è come essere un uccellino che vola sopra il lago:

da qui puoi vedere tutto.

Montefiascone_veduta_Lago_di_Bolsena

 

 

La via Frangicena-Montefiascone

Montefiascone

Montefiascone-info utili

Montefiascone-Italia Virtual Tour

 

Francesca Pontani

Copywriter & Storyteller & ContentEditor Sono un'archeologa che senza l'archeologia non vive: Archeologia e Comunicazione Web 3.0 per me sono vitali come l'aria! Professionista della comunicazione web mi occupo di promuovere il tuo brand attraverso storytelling coinvolgenti ed emozionali: attraverso parole, immagini e video. Per collaborazioni di lavoro: www.francescapontani.it Scrivo e Gestisco il blog del Museo Archeologico di Barbarano Romano: museoarcheologicobarbaranoromano.com & il mio blog archeotime.com Pubblico video on the road sul mio canale youtube ArcheoTime

6 comments

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...