“ANCIENT LIVES. NEW DISCOVERIES”: L’ANTICO EGITTO ATTRAVERSO LA VITA DI 8 MUMMIE

Il British Museum di Londra è tornato con un’altra affascinante e coinvolgente mostra che è possibile visitare fino ad APRILE 2015. Questa volta protagoniste sono le mummie dell’antico Egitto, come nessuno, però, le ha mai viste.

Con il tag #8mummies, “Ancient lives. New Discoveries la mostra pone l’attenzione, e fa esaminare anche attraverso il web, 8 mummie appartenenti ad 8 contesti storici diversi che coprono un arco di tempo di 4000 anni: dal Predinastico (3500 a.C.) fino all’epoca cristiana.

Attraverso un pannello interattivo posizionato accanto alla mummia si può vedere l’immagine tridimensionale del corpo che, ruotando, viene spogliato fino a raggiungere gli organi interni: una vera e propria autopsia virtuale. In alcuni casi è lo stesso visitatore che può effettuare questa operazione mediante uno strumento interattivo che permette di roteare manualmente il corpo “attraversando” il sarcofago, passando tra gli strati delle bende fino ad arrivare alle viscere interne del corpo.

8 sono i personaggi le cui vite sono state ricostruite attraverso quanto si è conservato intorno al loro corpo mummificato.

Il primo è un giovane uomo di 20-30 anni rinvenuto a Gebelein e datato al Predinastico (3500 a.C.), un esempio di mummia creatasi naturalmente, senza l’intervento diretto dell’uomo, ma grazie al clima caldo e secco del deserto egiziano.

Il secondo è una mummia di un uomo di più di 35 anni, proveniente da Tebe e datata alla XXVI Dinastia (600 a.C.). In questo caso la scoperta più sorprendente è stata quella di ritrovare all’interno del cranio lo strumento utilizzato dagli imbalsamatori per l’estrazione del cervello, una scoperta davvero eccezionale poiché si conosce ancora molto poco degli strumenti utilizzati per la mummificazione.

La terza protagonista è Tayesmutengebtiu (Tamut) proveniente da Tebe e datata alla XXII Dinastia (900 a.C.). In questo caso conosciamo il nome, sappiamo che fu Cantante nel tempio di Amon e che soffrì di arteriosclerosi (in base all’analisi delle ossa). In base all’analisi dei geroglifici sul sarcofago sappiamo inoltre che era sposata (si definisce “Signora della Casa”).

Il quarto protagonista della mostra è Padiamenet, che visse durante la XXV Dinastia (700 a.C.) a Tebe. Di lui sappiamo che fu Capo Portiere del Tempio di Ra, e Capo Barbiere del Tempio di Ra e di Amun, due professioni prestigiose e di alto rango.

La quinta mummia è quella di Tjayasetimu, una bambina proveniente dalla regione del Fayyum e datata alla XXII Dinastia (800 a.C.). Nonostante la sua tenera età, solo 7 anni, Tjayasetimu svolse la professione di Cantante del Tempio di Amon, un prestigioso ruolo sociale e rituale.

La sesta mummia è di epoca più recente, periodo romano e datata dopo il 30 a.C. che in particolare mostra una modalità poco diffusa di imbalsamazione in epoca romana.

Il settimo protagonista è di nuovo un bambino (di 2 anni) e appartiene al contesto storico dell’Impero Romano, rinvenuto ad Hawara.

L’ultima mummia è quella di una donna appartenente ad una comunità cristiana medioevale del Sudan, sulla quale eccezionale è il tatuaggio sulla coscia che raffigura il monogramma di San Michele Arcangelo.

Francesca Pontani

Copywriter & Storyteller & ContentEditor Sono un'archeologa che senza l'archeologia non vive: Archeologia e Comunicazione Web 3.0 per me sono vitali come l'aria! Professionista della comunicazione web mi occupo di promuovere il tuo brand attraverso storytelling coinvolgenti ed emozionali: attraverso parole, immagini e video. Per collaborazioni di lavoro: www.francescapontani.it Scrivo e Gestisco il blog del Museo Archeologico di Barbarano Romano: museoarcheologicobarbaranoromano.com & il mio blog archeotime.com Pubblico video on the road sul mio canale youtube ArcheoTime

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...